Spesso questione di prospettiva

Spesso questione di prospettiva

E’ proprio vero che spesso è sempre questione di prospettiva, come ad esempio in questo caso, con un semplice cutter biscotto a forma di omino si possono realizzare 2 figure: l’omino biscotto e la renna, non è grazioso?

Chiedo scusa all’autrice del biscotto, la foto è tratta da Pinterest, condivisa molteplici volte, una volta identificata saremo lieti di aggiungere il suo nome.

Ricetta Chiffon Cake farcita

Ricetta Chiffon Cake farcita

Chiffon Cake, una delle torte più buone del mondo!

Ingredienti:

285 gr farina oo,

300 gr zucchero,

6 uova xl ,

195 ml acqua,

120 gr olio semi mais,

1 bustina lievito dolci,

1 bustina da 8 grammi cremor tartaro,

pizzico sale,

scorza limone,

bacca o aroma vaniglia.

Forno preriscaldato 160°

Procedimento:

Unire in sequenza: farina, zucchero, lievito e sale setacciati in una grossa ciotola,  fare il buco al centro e unire ancora senza amalgamare olio, tuorli, acqua, scorza, aromi e lasciare cosi’….nel frattempo montare a neve fermissima gli albumi con il cremor tartaro.

Riprenderel’imsieme degli altri ingredienti e amalgamare con lo sbattitore fino ad avere un composto liscio e omogeneo. A questo punto unire in 2-3 tempi gli albumi al composto delicatamente ma benissimo.

Versiamo il tutto nello stampo originale ma va bene anche una ciambelliera in alluminio da 30cm e vale la regola x emtrambi gli stampi DI NON IMBURRARE MAI.

Cuocere nel ripiano inferiore a 160°x50 minuti e a 175°x10 minuti.

Una folta cotta far raffreddare a testa in giù! Lo stampo lo travate QUI STAMPO CHIFFON CAKE

Per la farcitura: 500 grammi di panna montata e frutti di bosco

Come si utilizza l’isomalto?

Come si utilizza l’isomalto?


 

L’isomalto è stato scoperto negli anni ’70 ed è nato come sostituto dello zucchero tradizionale nelle diete ipocaloriche dei diabetici.

Essendo uno zucchero molto versatile si conosce comunemente anche zucchero artistico perchè permette di ottenere decorazioni meravigliose in ambito della pasticceria.

E’ uno zucchero che si scioglie molto velocemente senza l’aggiunta di ulteriori ingredienti, ha un colore trasparente che lo rende ottimale per decorazioni poi da colorare con i coloranti alimentari, in gel o in polvere.

Torte con castelli di ghiaccio (vedi torta castello Frozen) o acquari con effetto corallo o acqua (esempio torte con Nemo o pesciolini vari) hanno un effetto strabiliante con l’isomalto, proprio perchè versatole nella sua lavorazione.

Per scioglierlo in genere si procede utilizzando il microonde, ma va benissimo anche metterne una quantità modesta in una casseruola avendo l’accortezza di usare una fiamma media/bassa. Non appena l’isomalto inizia a sciogliersi si può procedere aggiungendone ancora fino alla quantità desiderata.

La temperatura di scioglimento si aggira tra i 150 e i 180 °C.

Appena si è sciolto si possono aggiungere i coloranti alimentari.

Le tecniche di utilizzo sono davvero molteplici, sono tecniche anche piuttosto complesse, come la soffiatura (proprio come si fa con il vetro) oppure usando degli idonei guanti si può modellare a mano, ma attenti alle scottature!

Se ti è piaciuto l’articolo leggi anche COME CONSERVARE UN’OPERA IN ISOMALTO

 


Tabella porzioni fette di torta per diametro tortiera

Tabella porzioni fette di torta per diametro tortiera

Spesso ci chiedono: ‘vorrei una torta per 20 persone, o per 6 persone o per 30 persone…il dubbio è sempre il solito e cioè:’ Quale diametro di teglia devo usare? Sarà sufficiente? Come mi regolo?

In questa tabella vi forniamo in base alla nostra esperienza il diametro della torta con le rispettive porzioni calcolate. Ci siamo basati su una media di 150 gr a fetta.

Da tenere in considerazione che la torta è alta 10 cm e che quindi basta una fetta più sottile per creare una porzione.

Set di teglie Decora alte 10 cm

Come conservare un opera in isomalto

Come conservare un opera in isomalto

Le decorazioni in isomalto sono veramente bellissime, ma una volta realizzate come si possono conservare?

L’umidità le rovinerà? Perderanno la loro lucentezza? Basta seguire pochi semplici accorgimenti per mantenerle più a lungo possibile nel loro stato ottimale.

Innanzitutto devono essere protette con una teca di vetro basta che sia a tenuta stagna e possibilmente con dei sali all’interno che possano assorbire eventuale umidità.

Inoltre deve essere spruzzata della gommalacca su tutta la superficie in modo da tenerla ulteriormente al riparo dell’umidità.

L’isomalto si trova in commercio in numerosi negozi on line, qui potrete trovare la pratica confezione da 500 grammi.

Ricciarelli

Ricciarelli

Per questo Natale non potranno mancare sulla mia tavola i ricciarelli!

Semplici e facili nella realizzazione, ma squisiti nel sapore..uno tira l’altro.

Ingredienti per circa 20 ricciarelli:

-200g di mandorle o farina di mandorle

-110g di zucchero semolato

-10g di farina00

-40g di albume d’uovo

-20ml di acqua

-scorza di una arancia

-zucchero a velo q.b.

Frullare le mandorle con lo zucchero fino ad ottenere una grana fine, dopodiché unire la farina, la scorza grattugiata e l’acqua, amalgamare il tutto per bene.

A questo punto montare l’albume a neve ben ferma e unirlo all’impasto, una volta uniti tutti gli ingredienti avvolgerlo nella pellicola e far riposare minimo 2 ore (sarebbe meglio tutta la notte per esaltare i sapori).

Trascorso questo tempo prendere l’impasto e formare delle palline, dalla forma del chicco di riso, passarli abbondantemente nello zucchero a velo, disporli sulla teglia rivestita con carta forno e infornare a 180°C per circa 15minuti.